Iconografie: Palimpsesto

Eccoci ora arrivati a quello che è uno degli ultimi dischi degli Inti-Illimani ad avere avuto molteplici edizioni in giro per il mondo. Come al solito le immagini più belle (per non dire perfette) sono state fornite da  Enrico e Deivo del blog Andes donde andes y más, le altre foto invece sono state trovate nella rete (spesso dallo storico sito Discogs).

Palimpsesto” è un album fondamentale nella carriera degli Inti-Illimani, un disco che per moltissimi aspetti rappresenta un nuovo inizio del gruppo, straordinariamente fecondo dal punto di vista artistico. Per quello che riguarda invece la notorietà del gruppo questo disco segna l’inizio di un periodo abbastanza complicato, non casualmente sarà anche l’ultimo disco pubblicato dalla EMI (negli anni a seguire sarà sempre complicato per gli Inti trovare valide distribuzioni in Italia). L’edizione italiana, siamo nel 1981, vede in copertina uno splendido disegno di Pedro Cano ricco di riferimenti alla storia recente del gruppo (a partire dalla lettera indirizzata in quel di Genzano). Il logo del gruppo è tutto ciò che va aggiunto a questo disegno.

copertina italiana di "Palimpsesto"

copertina italiana di “Palimpsesto”

Il titolo del disco lo troviamo sul retrocopertina, dominato da una tonalità rosso bordeaux, dove compare anche una versione più piccola del disegno di copertina unitamente a titoli e crediti del disco.

retrocopertina italiano di "Palimpsesto"

retrocopertina italiano di “Palimpsesto”

Il disco era apribile, e se da un lato c’erano solamente i testi delle canzoni (e le loro traduzioni, altri tempi…), sull’altro c’era il bel disegno di una porta (sempre di Cano) sul quale trovavano spazio i ringraziamenti del gruppo (oltre ai collaboratori anche a “tutti gli italiani che vediamo dalla nostra finestra“).

interno di copertina italiana di "Palimpsesto"

interno di copertina italiana di “Palimpsesto”

Il bel disegno di Cano è stato utilizzato in tutte le varie versioni del disco, ad esempio in Messico la Discos Pueblo (non sappiamo in che anno) si è limitata ad aggiungere la scritta “Grabado en Italia” e il logo dell’etichetta.

copertina messicana di "Palimpsesto"

copertina messicana di “Palimpsesto”

Sul retro stessa microcopertina dell’edizione italiana (ma con il logo del gruppo) circondata però da uno sfondo nero sul quale sono presenti titoli delle canzoni e ulteriori informazioni sul disco.

retrocopertina messicano di "Palimpsesto"

retrocopertina messicano di “Palimpsesto”

Leggermente diverso il comportamento della DOM in Francia che, nella copertina, aggiunge la scritta “Palimpsesto” in basso.

copertina francese di "Palimpsesto"

copertina francese di “Palimpsesto”

Sul retro, su sfondo bianco, una foto del gruppo risalente alle session per “Canción para matar una culebra” insieme ai titoli e ai crediti. Nessuna indicazione riguardante l’anno di pubblicazione (probabilmente il 1982).

retrocopertina francese di "Palimpsesto"

retrocopertina francese di “Palimpsesto”

Stesse identiche scelte fatte anche in Germania Ovest dalla Pläne nel 1982. Copertina con titolo in nero

copertina tedesca di "Palimpsesto"

copertina tedesca di “Palimpsesto”

e retrocopertina con foto di qualche anno prima.

retrocopertina tedesco di "Palimpsesto"

retrocopertina tedesco di “Palimpsesto”

Negli Stati Uniti anche la Redwood records nel 1984  utilizza la copertina con il titolo esplicitato.

copertina americana di "Palimpsesto"

copertina americana di “Palimpsesto”

Sul retro invece utilizzano una foto del gruppo con Jorge Ball (risalente al tour con Holly Near) anch’essa evidentemente fuori contesto.
Nelle buste interne anche le traduzioni in inglese dei testi cantati (ma nessuna immagine degna di nota).

retrocopertina americano di "Palimpsesto"

retrocopertina americano di “Palimpsesto”

Concludiamo la serie con l’edizione spagnola della solita Movieplay, risalente al 1982, che si caratterizza per una copertina dove il disegno di Cano è stampato con toni più scuri (chissà come mai) e per il titolo del disco scritto sotto il logo del gruppo in caratteri gialli (mah…).

copertina spagnola di "Palimpsesto"

copertina spagnola di “Palimpsesto”

Sul retro recuperano il tono bordeaux della versione italiana limitandosi a riscrivere titoli e crediti.

retrocopertina spagnolo di "Palimpsesto"

retrocopertina spagnolo di “Palimpsesto”

La copertina spagnola è stata utilizzata anche dalla Discos CBS per l’edizione pubblicata in Argentina nel 1982.

copertina argentina di "Palimpsesto"

copertina argentina di “Palimpsesto”

Sul retro hanno optato per uno sfondo grigio a circondare titoli e crediti (oltre alla consueta versione rimpicciolita del disegno di copertina, anch’essa in bianco e nero). Da notare delle note dedicate al gruppo e al disco delle quali non siamo in grado di dirvi gli autori e tanto meno il testo.

retrocopertina argentino di "Palimpsesto"

retrocopertina argentino di “Palimpsesto”

Se qualcuno conoscesse altre edizioni di questo disco me le può segnalare e con piacere cercheremo di trovare le relative copertine.

2 thoughts on “Iconografie: Palimpsesto

  1. Pingback: Iconografie: i singoli spagnoli | UNA FINESTRA APERTA

  2. Pingback: Iconografie: i singoli tedeschi e inglesi | UNA FINESTRA APERTA

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...