Inti-Illimani 6: una appendice

Concludiamo il recupero dei materiali iconografici e testuali legati ad Inti-Illimani 6 “Chile resistencia” proponendovi il testo di Victor Jara che fu inserito all’interno del disco.

inti6_itai

… la miglior scuola per il canto è la vita; ma la vita degli altri vissuta assieme a loro, non la vita degli altri vista da uno “studio”.

Si possono fare molti lavori sugli abitanti delle poblaciones. Ma esigono da noi una maggiore rigorosità artistica e, soprattutto, che ci spogliamo degli orpelli intellettuali che a volte ci accecano e ci impediscono di vedere l’albero in mezzo al bosco.

Artisti e non artisti dobbiamo lottare per essere semplicemente lavoratori. Nient’altro.

Lavoratori della cultura, ma lavoratori. Come tutti coloro che creano qualche cosa.

L’uomo che apre un solco e vi getta un seme, quello che tende i fili di un telaio, quello che costruisce un pezzo al tornio, che lavora il ferro, che tesse una rete, un chamal, un poncho.

Victor Jara (La Población)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...