Horacio Duran al Corriere della sera

Matteo Cruccu sul sito del Corriere della sera ha pubblicato questo articoletto/intervistina agli historicos.
Potete leggerlo integralmente cliccando qui o accontentarvi della ampia sintesi che riporto qui sotto.


Ci sono due versioni degli Inti che stanno attraversando l’ Italia: i «Nuevos» capeggiati da Jorge Coulon, membro fondatore. E gli «Históricos», riuniti intorno all’ altro trio di pionieri, José Seves, Horacio Durán e Horacio Salinas. La scissione nel 2005: un divorzio a colpi di carte bollate e cause in tribunale su chi dovesse detenere il nome originale, battaglia per ora vinta dai «nuovi». Stasera, al LatinoAmericando, vedremo gli altri, gli «storici». E già dai nomignoli si capiscono molte cose: «Loro pensano di doversi smarcare dal passato – spiega Duràn – trovare strade diverse. Noi riteniamo che la soluzione sia la continuità, non abbandonare gli strumenti tradizionali e la coralità, marchio della nostra storia». Non si poteva trovare un accordo? «No. Capisco che per voi italiani sia difficile accettarlo, ma a un certo punto era inevitabile». Sia come sia, la vicenda completa di tutto il gruppo è stata appena raccontata in un libro, «Inti Illimani, storia e mito» (Il Margine) scritto dal loro inseparabile amico Eduardo Carrasco: verrà presentato prima del concerto (due ore di grandi classici). Con prefazione dell’ ex presidente del Cile, Michelle Bachelet. A testimoniare la centralità degli Inti nel loro tormentato paese. Che oggi è tornato a destra, con l’ elezione a gennaio di Sebastian Piñera: «Non ne siamo contenti», dice Duran. «Ma i vent’ anni del dopo Pinochet hanno insegnato ai cileni l’ importanza dello stato di diritto. Indietro non si torna». A febbraio poi, il Cile è stato colpito da un tremendo terremoto che non ha avuto la stessa eco di quello haitiano. Gli Inti (storici) hanno interrotto il tour che stavano facendo, in segno di cordoglio. «Ma non siamo così malridotti come ad Haiti: il paese ha reagito bene, anche se la ricostruzione sarà difficile».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...